P132- validato nel 2005 Aeratore sommergibile per ossigenazione aerobica  -Esigenze funzionali:possibilità di lavorare con fanghi ispessiti e su vasche profonde con alti rendimenti di diffusione. Il progetto ha portato ad una architettura costruttiva a simmetria assiale, che prevede l’utilizzazione di una girante ad elevata velocità specifica su un diffusore dotato di 12 canali radiali a sezione circolare. I canali frazionando la portata, alimentano altrettanti ugelli che miscelano il fango biologico con l’aria fornita da un compressore volumetrico o centrifugo. L’aria compressa ,introdotta nella macchina superiormente tramite un collettore, arriva ad una pressione leggermente superiore al battente idrostatico. All’interno del corpo macchina l’aria lambisce esternamente i canali alimentati con il fango da ossigenare, ed arriva alle camere di miscelazione attraverso dei fori ricavati sulla parete esterna. Le camere di miscelazione sono conformate in maniera da costringere l’aria a passare attraverso lo strato limite che si stabilisce tra la parete interna dell’ugello di erogazione della miscela aria-acqua ed il getto mantenuto ad una velocità intorno ai 10m/s. Il sistema permette di raggiungere rendimenti molto elevati nella movimentazione del fango biologico grazie alla utilizzazione di una girante elicocentrifuga veloce. L’erogazione continua del fango permette di mantenere in condizioni di regime la interfaccia di miscelazione ottenendo una dispersione fine di aria e limitando l’effetto di coalescenza delle bolle. La particolare architettura costruttiva permette il montaggio di diverse camere di miscelazione e la macchina può diventare autoaspirante ed essere utilizzata anche senza compressore.